1

Caccia al regista noto come “il Weinstein italiano”. Fausto Brizzi smentisce: “Non sono un regista”.

ROMA- Aperta la caccia al regista noto come “il Weinstein italiano”, sospetti su Fausto Brizzi. Lui smentisce: “Non sono un regista”.

Articolo di Franz L

Annunci
0

Lampade VHS: ecco un regalo retrò per chi è legato agli anni ’80

Siete nostalgici degli anni 80? Avete ancora a casa le vostre videocassette a cui siete legati e non vorrete mai separarvi dal vostro amato videoregistratore? Sapete a memoria le battute di un vecchio film a cui siete legati da piccoli? Siete in crisi coi regali di Natale e non sapete cosa regalare ai vostri amici?

Ecco un oggetto che potrà piacervi.

L’ingegnosa ragazza inglese Nancys Jars ha realizzato delle stupende lampade fatte a mano ispirate alle videocassette anni 80 dei film più famosi (Batman, Venerdì 13, Mamma ho perso l’aereo), riciclando le vecchie VHS che aveva in soffitta e rendendole davvero originali.

Ad esempio, siete terrorizzati sin da piccoli dal pagliaccio IT e non dormite più la notte al pensiero? Avete consumato la videocassetta dalle visioni della serie da piccoli?

Ecco la lampada adatta a voi:

Ma siete appassionati di horror? E preferite i classici di Carpenter? Che ne dite allora di questa legata a La cosa?

O preferite Halloween la notte delle streghe?

Ma sono state realizzate sui film più disparati: eccovi Grosso guaio a Chinatown e una versione Dirty Dancing più femminile per la vostra fidanzata.

Inoltre non possono mancare le lampade VHS legate ai successi delle serie attuali che strizzano l’occhio al retrò di quel periodo, come ad esempio la lampada Stranger things fatta in differenti versioni, qui azzurra:

qui la stessa con due colori differenti:

O questa ancora legata alle serie moderne con l’impronta della mano omaggio alla serie The walking dead.

 

Sono ideali come regalo per chi è legato agli anni ’80 e possono essere fatte personalizzate per qualsiasi film a cui siete legati, banda musicale o attore (Jurassic Park, Star Trek, One Direction ed anche squadre di calcio) e potete scegliere anche il colore della luce che volete (blu, rosso, verde, bianco, giallo, rosa e anche mescolarne due) e la luce fissa può illuminare una stanza, ma può essere anche a lampeggio veloce o piano.

Incoltre la lampada può essere alimentarla a batteria

oppure scegliere questa versione alimentata direttamente con l’USB del vostro PC.

 

Potete ordinarla al costo di 17,43 € più spedizioni sul sito etsy.com o puoi scriverle direttamente all’indirizzo mail della ragazza e vi verranno spedite in tutto il mondo.

Se volete un regalo assolutamente originale per voi o i vostri amici cinefili questo è sicuramente l’ideale.

0

Tutto su “See You Next Wednesday” il fake film di John Landis

Tutto quello che avreste voluto sapere sul film fittizio di John Landis e dove potete trovarlo, film per film.

John Landis è un genio e ha caratterizzato per anni tutto il cinema comico americano, cambiandolo e rendendolo più bello tramite capolavori senza tempo. Sapete tutto dei suoi film? Chi non lo sa! Sapete tutto di The Blues Brothers? Bravissimi! Di Animal House anche? Ottimo! Ma cosa sapete di See You Next Wednesday?

Ve lo diciamo noi.

“See You Next Wednesday” (Letteralmente “Ci vediamo mercoledì prossimo”) è una gag ricorrente nella maggior parte dei film di John Landis, di solito sotto si cela un film fittizio, non esistente e che non è mai stato visto per intero, solo tramite un poster, una scritta o una scena.
La cosa che colpisce è che in ogni singolo film di LandisSee You Next Wednesday” è un film completamente diverso per genere e lo stesso Landis ha dichiarato che è uno scherzo e non lo girerà mai per davvero.

La frase “See You Next Wednesday” deriva dal classico del 1968 “2001: Odissea nello Spazio” di Stanley Kubrick. È l’ultima battuta pronunciata dai genitori di Frank Poole durante la video chiamata con il figlio. Potete vedere la scena qui sotto al minuto 1:50.

Ecco quindi dove compere nel cinema di Landis, film per film.

SLOCK (1971):

Appare due volte citato dal presentatore della trasmissione “Movie at 6 on 6”, su un poster fuori dal teatro assieme a quello di The blob e su un poster dentro la sala teatrale (il vero poster su cui si sono basati in questo caso era King Kong contro Godzilla film del 1969 diretto da Noriaki Yuasa).

RIDERE PER RIDERE (1977):

E’ il titolo del film “Feel-a-Rama” che l’attore va a vedere.

THE BLUES BROTHERS (1980):

E’ la scritta del cartellone pubblicitario (ispirato ai film di King Kong) dove erano nascosti i poliziotti.

UN LUPO MANNARO AMERICANO A LONDRA (1981):

E’ il titolo del film porno che vede David quando incontra Jack ed i suoi amici zombie. Un poster del film compare anche nella metropolitana di Londra quando l’uomo viene ucciso.

AI CONFINI DELLA REALTA’: IL FILM (1983):

Viene detto in tedesco quando sparano a Bill vicino l’edificio.

UNA POLTRONA PER DUE (1983):
Compare su una locandina nell’appartamento di Ophelia.

THRILLER (1983):

Non è un film, ma un videoclip di Michael Jackson diretto da Landis. Viene detto nel film che Michael e Ola stanno guardando al cinema. (Al minuto 4:07)

TUTTO IN UNA NOTTE (1984):

Appare in due poster negli uffici dove Ed e Diana effettuano la telefonata.

SPIE COME NOI (1985):

Appare sulla locandina per il reclutamento dietro la scrivania del comandante dell’esercito.

DONNE AMAZZONI SULLA LUNA (1987):

Nell’episodio dei pirati, aprendo una cassa, compaiono delle videocassette dorate con vari film, su una di loro c’è scritto “See You Next Wednesday”

Nell’episodio della videoteca, appare in un cartellone dietro al protagonista. E’ lo stesso cartellone che compare nella metropolitana di Un lupo mannaro americano a Londra.

IL PRINCIPE CERCA MOGLIE (1988):

Appare su un manifesto cinematografico nella stazione della metropolitana.

DREAM ON (1990):

NeI primo episodio “The First One”, diretto da John Landis, Martin (Brian Benben) dice alla sua cameriera (Marianne Muellerleile), “Ci vediamo giovedì prossimo”, lei lo corregge dicendo “mercoledì”.

BLACK OR WHITE (1991):

Non è un film, ma un videoclip di Michael Jackson diretto da Landis. È scritto col sangue su una vetrata. (Al minuto 9:28)

AMORE ALL’ULTIMO MORSO (1992):

Compare come scritta in un cinema multiplex che programma proprio “See You Next Wednesday”.

THE STUPIDS (1996):

Compare come pubblicità sul retro dell’autobus dove i ragazzi hanno incatenato le loro biciclette.

FAMILY (Episodio della serie Masters of Horror) (2006):

Viene detto da un personaggio dei cartoni animati in TV.

Se vi era sfuggito fino ad oggi, da adesso in poi sono convinto che qualsiasi film di John Landis vedrete, ci farete caso anche voi.