0

Auguri mito!

Clint Eastwood oggi compie 88 anni.

Annunci
0

Prende fuoco la copia di “L’uomo che uccise Don Chisciotte” durante la sua proiezione a Cannes

CANNES – Era di ieri la notizia del ricovero del regista britannico Terry Gilliam, 77 anni, che sarebbe stato ricoverato a Londra. Oggi la notizia della proiezione a Cannes con la copia del suo film che ha preso fuoco. Sarete aggiornati.

Media francesi: "Terry Gilliam colpito da ictus". È atteso a Cannes con 'L'uomo che uccise don Chisciotte'

Immagine
0

le stroncature a La casa di carta dimostrano una cosa: Qualsiasi cosa bella passa su Netflix diventa brutta

E’ la moda cienafila del momento: Smerdare Netflix.

Chi lo fa ha i suoi motivi e le sue convenienze, ma il colosso dello streming che fa 300.000 abbonati l’anno in Italia viene boicottato anche dal Festival di Cannes Link qui e molti di voi avranno seguito la polemica anche sui film in concorso che rischiano di essere ritirati, se non lo sapete eccovi accontentati: Link qui

Va bene questo era il cinefilo 1.0, adesso pare che le critiche si siano spostate verso La casa di carta, (L’articolo in cui dice che dovete smettere subito di guardarla ve lo linko qui) serie spagnola non prodotta ma recentemente acquistata da Netflix, che invece ne produrrà la terza stagione.

Ma com’è realmente questo La casa di carta?

E’ discreto, ben girato, con attimi attori e tensione che tiene incollato alla poltrona per i suoi 26 episodi.

Detto ciò

  1. non è un capolavoro, ma nessuno penso ne abbia parlato mai come sostengono quelli che hanno scritto questo pezzo Link qui , e nemmeno:
  2. non è un clone di INSIDE MAN, magari un po lo ricorda la trama, ma ce ne passano, bandirlo perchè è un clone è un’idea stupida, non ha lo stesso ritmo, non ha tutto lo spessore di personaggi e penso che 26 episodi di inside man di sarebbero suicidati tutti.
  3. Non è populista – grillino, in Questo link si ipotizza alla serie populista e grillina, insomma secondo l’autore di questo pezzo senza capo ne coda, che magari la serie non è piaciuta, ma definirla populista io bho, mah e non so. Ci sono le maschere e l’idea Nell’episodio 11 cantano “BELLA CIAO” e penso che l’unico appiglio potrebbe essere quello di definirla comunista, ma non ci giurerei mai e poi mai che fosse nemmeno quella l’idea. L’idea della maschera non è affatto quella di V, come l’idea generale è molto differente dall’ideale che nel film aveva V, anche se parla di Zecca di stato.
0

Nolan al lavoro su un porno

È una notizia che circola nei siti e i blog più importanti dell’Internet. Dopo aver realizzato “Dunkirk” e aver raccolto i frutti del proprio lavoro, l’eccezionale cineasta Christopher Nolan è stato fotografato in India, in un viaggio di puro relax, in compagnia della moglie. Incredibilmente, anche in vacanza, Nolan ha trovato già un’idea per realizzare la sua prossima pellicola.
“Sono stato completamente ispirato da questa vacanza” ha dichiarato il buon Chris al fotografo che l’ha paparazzato in India “L’aria, i profumi e le antiche tradizioni di questo Paese stimolano i nostri piaceri più torbidi.” Dalle prime indiscrezioni, si sa già che il film sarà liberamente tratto dal celebre Kamasutra, la Bibbia del sesso. “Per l’occorenza, sto prendendo anche appunti. Per me come scoprire un mondo mai esplorato”. Ci verrebbe da dire a questa considerazione “E VORREI VEDE SE NON L’HAI MAI ESPLORATO!!!” Ha anche certificato che il film sarà puramente porno. “Assolutamente sì. Kubrick c’ha provato ma non c’è riuscito. Hitchcock c’ha provato ma non c’è riuscito. Io ce la farò.” Chissà di che genere sarà? Etero? Gay? Lesbo? Latin? Milf? Anal? Un mix di tutti questi? Solo il tempo ce lo dirà. Vedremo Christopher che cosa tirerà fuori, le riprese inizieranno tra un anno esatto il 1 Aprile 2019.

Articolo di Ettore Dalla Zanna