0

Tutto su “See You Next Wednesday” il fake film di John Landis

Tutto quello che avreste voluto sapere sul film fittizio di John Landis e dove potete trovarlo, film per film.

John Landis è un genio e ha caratterizzato per anni tutto il cinema comico americano, cambiandolo e rendendolo più bello tramite capolavori senza tempo. Sapete tutto dei suoi film? Chi non lo sa! Sapete tutto di The Blues Brothers? Bravissimi! Di Animal House anche? Ottimo! Ma cosa sapete di See You Next Wednesday?

Ve lo diciamo noi.

“See You Next Wednesday” (Letteralmente “Ci vediamo mercoledì prossimo”) è una gag ricorrente nella maggior parte dei film di John Landis, di solito sotto si cela un film fittizio, non esistente e che non è mai stato visto per intero, solo tramite un poster, una scritta o una scena.
La cosa che colpisce è che in ogni singolo film di LandisSee You Next Wednesday” è un film completamente diverso per genere e lo stesso Landis ha dichiarato che è uno scherzo e non lo girerà mai per davvero.

La frase “See You Next Wednesday” deriva dal classico del 1968 “2001: Odissea nello Spazio” di Stanley Kubrick. È l’ultima battuta pronunciata dai genitori di Frank Poole durante la video chiamata con il figlio. Potete vedere la scena qui sotto al minuto 1:50.

Ecco quindi dove compere nel cinema di Landis, film per film.

SLOCK (1971):

Appare due volte citato dal presentatore della trasmissione “Movie at 6 on 6”, su un poster fuori dal teatro assieme a quello di The blob e su un poster dentro la sala teatrale (il vero poster su cui si sono basati in questo caso era King Kong contro Godzilla film del 1969 diretto da Noriaki Yuasa).

RIDERE PER RIDERE (1977):

E’ il titolo del film “Feel-a-Rama” che l’attore va a vedere.

THE BLUES BROTHERS (1980):

E’ la scritta del cartellone pubblicitario (ispirato ai film di King Kong) dove erano nascosti i poliziotti.

UN LUPO MANNARO AMERICANO A LONDRA (1981):

E’ il titolo del film porno che vede David quando incontra Jack ed i suoi amici zombie. Un poster del film compare anche nella metropolitana di Londra quando l’uomo viene ucciso.

AI CONFINI DELLA REALTA’: IL FILM (1983):

Viene detto in tedesco quando sparano a Bill vicino l’edificio.

UNA POLTRONA PER DUE (1983):
Compare su una locandina nell’appartamento di Ophelia.

THRILLER (1983):

Non è un film, ma un videoclip di Michael Jackson diretto da Landis. Viene detto nel film che Michael e Ola stanno guardando al cinema. (Al minuto 4:07)

TUTTO IN UNA NOTTE (1984):

Appare in due poster negli uffici dove Ed e Diana effettuano la telefonata.

SPIE COME NOI (1985):

Appare sulla locandina per il reclutamento dietro la scrivania del comandante dell’esercito.

DONNE AMAZZONI SULLA LUNA (1987):

Nell’episodio dei pirati, aprendo una cassa, compaiono delle videocassette dorate con vari film, su una di loro c’è scritto “See You Next Wednesday”

Nell’episodio della videoteca, appare in un cartellone dietro al protagonista. E’ lo stesso cartellone che compare nella metropolitana di Un lupo mannaro americano a Londra.

IL PRINCIPE CERCA MOGLIE (1988):

Appare su un manifesto cinematografico nella stazione della metropolitana.

DREAM ON (1990):

NeI primo episodio “The First One”, diretto da John Landis, Martin (Brian Benben) dice alla sua cameriera (Marianne Muellerleile), “Ci vediamo giovedì prossimo”, lei lo corregge dicendo “mercoledì”.

BLACK OR WHITE (1991):

Non è un film, ma un videoclip di Michael Jackson diretto da Landis. È scritto col sangue su una vetrata. (Al minuto 9:28)

AMORE ALL’ULTIMO MORSO (1992):

Compare come scritta in un cinema multiplex che programma proprio “See You Next Wednesday”.

THE STUPIDS (1996):

Compare come pubblicità sul retro dell’autobus dove i ragazzi hanno incatenato le loro biciclette.

FAMILY (Episodio della serie Masters of Horror) (2006):

Viene detto da un personaggio dei cartoni animati in TV.

Se vi era sfuggito fino ad oggi, da adesso in poi sono convinto che qualsiasi film di John Landis vedrete, ci farete caso anche voi.
0

Tutto quello che avreste voluto sapere su Chuck Norris ma non avete mai osato chiedere

Su Chuck Norris si è scritto e detto di tutto. Molte cose su di lui che hai sempre creduto vere in realtà sono false e servirono per aumentare la leggenda metropolitana attorno al suo personaggio. Ecco tutta la verità su Chuck Norris.

Chuck Norris attore e la sua vera vita, ovvero separare l’uomo dal mito. Siete pronti a sapere tutto ora? Ok, allora iniziamo.

E’ un vero Texas Ranger

Oh sì, in realtà lui è un vero Texas Ranger! Avete ragione, Norris probabilmente non ha mai aiutato a recuperare un grammo di droga, non ha aperto il fuoco in una sparatoria epica, o tanto meno coperto un poliziotto federale, ma è stato nominato Texas Ranger onorario. Il politico ed ex governatore del Texas, Rick Perry, nel 2010 ha infatti nominato Norris a Ranger insieme a suo fratello minore, Aaron Norris.

Perché tutta questa attenzione per loro due?

Beh, ciascuno di noi ricorda Chuck Norris come Walker, il mitico personaggio del Texas Ranger andato in onda per otto anni sulla CBS e da noi sulle reti Mediaset. Pochi però sanno che Aaron Norris è stato il direttore esecutivo di quel programma. Inoltre ha avuto una lunga carriera come stuntman, lavorando nei film del fratello. Se avete visto The Octagon , La polvere degli angeliUna magnum per McQuade allora hai visto Aaron Norris in azione! Se non li avete visti… andate a vederli subito!

 

Non è sposato con Christie Brinkley

Nonostante  Google, in alcune pagine suggerisca il contrario, non lo è mai stato! Sono solo voci! Non c’è infatti alcuna prova che affermi che Norris sia stato legato alla sua partner commerciale di Total Gym. Ricordare le promozioni?

L’unica vero legame tra Norris e la Brinkley sembra che l’abbiano avuto sotto forma di notorietà durante la stesso spot commerciale – e che i loro geni condividano un certo disprezzo per l’invecchiamento.

Ci sorge la domanda: chi è allora la vera moglie di Chuck Norris?

Nel 2004 durante l’Enternainment Tonight Norris ha rivelato che ha avuto anche una figlia chiamata Dina, frutto di una relazione extraconiugale.

La risposta è Gena Norris, sua moglie dal 1998.

Hanno due figli insieme – i gemelli Dakota e Danilee – e ha avuto due figli anche dal suo precedente matrimonio con Dianne Holechek.

E’ un duro anche nella vita reale

Nel 1990 fonda anche una nuova arte marziale ibrida, il Chun Kuk Do, derivata dal Tangsudo, a sua volta progenitore del Tae Kwon Do.

Norris ha iniziato studiando arti marziali e facendo anche incontri prima di diventare il duro che conosciamo nei film e nei programmi televisivi. Per un periodo, dalla fine degli anni Sessanta e agli inizi degli anni ’70, è stato campione del mondo di Karate professionistico e Full-Contact per sei anni consecutivi.

Anche dopo il suo ritiro dal mondo del combattimento professionistico, non ha mai smesso di allenarsi. Norris ha conseguito la cintura nera di Taekwondo nel 1997 e continua a studiare arti marziali di ogni genere.

Non è un texano

Quando la gente pensa a Chuck Norris, pensano che sia del Texas, grazie al suo personaggio e per il fatto che porta spesso il cappello da cowboy.


In realtà non si chiama nemmeno Chuck. L’uomo che il mondo conosce come Chuck Norris in realtà si chiama Carlos Ray Norris ed è nato il 10 marzo 1940 a Ryan, in Oklahoma. Dimenticate il Chuck Norris texano quindi.

Se la prese per i Chuck Norris facts

Chuck Norris facts è un fenomeno di internet in cui vengono diffuse, a scopo goliardico, notizie inventate e inverosimili sull’attore con intenti umoristici.

Sapevi che ne avremmo parlato prima o poi nell’articolo. Allora, ora Norris sembra che si diverta molto con il fenomeno “Chuck Norris facts”, persino citandolo nel suo libro del 2009. Ma ben due anni prima, nel 2007, Norris presentò una denuncia contro lo studente della Brown University Ian Spector, che aveva inventato i meme su di lui e stava pubblicando il libro su Chuck Norris: “I 400 fatti del più grande uomo al mondo”.

Norris ha però abbandonato la causa prima dell’uscita ufficiale del libro.

Norris lasciò perdere e pensò che è una cosa buona divertirsi. Ora il suo blog ufficiale collega occasionalmente alcuni dei Chuck Norris Facts, e ha anche confessato di riderci molto. “Mi piace ridere, come fa la maggior parte delle persone”, ha osservato  in un articolo del WND, chiamando la risata “probabilmente… la migliore medicina per i nostri corpi e le nostre anime”.

Esiste anche una versione italiana del sito su Chuck Norris fact: http://www.drzap.it/Chuck_Norris.htm

 

Non è tutto muscoli e niente cervello

Nel 1988 pubblica la sua autobiografia Il segreto della forza interiore, che diviene in breve un best seller. Dopo pochi anni seguirà il secondo libro.

Già, è il suo ruolo da duro che lo ha reso famoso.

Ma Chuck Norris è anche uno scrittore. Certo, ogni celebrità ha uno o due libri scritti stile biografia, ma ora non stiamo parlando di questi. Stiamo parlando della sua rubrica di opinionista per il sito WorldNetDaily (WND). Dal 2006 anno in cui è diventato collaboratore, pubblica in media due tre articoli a settimana.

Nel 1990 fonda la propria associazione senza scopo di lucro, chiamata Kickstart Kids Foundation, per aiutare i giovani a stare lontani dalle droghe e sviluppare la propria autostima.

E ‘stato anche un sostenitore di molte cause, dalle organizzazioni come la Make-A-Wish Foundation o il Way United, a lobby politiche come la National Rifle Association.

Norris ha anche a cuore le cause dei veterani di guerra. da quando suo fratello più giovane, Wieland Norris, fu ucciso nel 1970 in Vietnam, Norris continua a promuovere i progetti come il National Salute to Hospitalized Veterans e il Wounded Warrior Project. .

La sua carriera da attore non è finita

Vero, non sarà in stile Hollywood ma con lo sceneggiatore e regista indipendente Sebati Edward Mafate sta realizzando Blood Brothers, nel Botswana. Non sappiamo cosa ne verrà fuori, ma chi non vuole vedere un nuovo film d’azione con l’eroe dei nostri sogni alla veneranda età di 77 anni?

0

Alberto Tomba annuncia “Alex L’Ariete 2”

Confermati sia lui che Michelle Hunziker.

Qui le parole dello stesso Tomba, oltre che grande attore, anche specialista nello slalom gigante e nello slalom speciale:

“Sarà un’operazione nostalgia ma anche un modo per rilanciare una saga prematuramente interrotta. Non vedo l’ora di tornare sul set, nei luoghi del primo capitolo, tornare a rivestire il ruolo del brigadiere Alex e rivedere di nuovo Michelle, la quale ha accettato immediatamente quando gli ho fatto sapere del sequel”.

“Signor Tomba, tornerà anche il Grande Maiale?”
“Chissà!”

Attendiamo ulteriori aggiornamenti

di Ettore Dalla Zanna

https://i0.wp.com/www.filmtrash.it/sites/default/files/styles/large/public/alex.jpg